Wintersun (Jari Mäenpää)
In occasione della conclusione della campagna di crowdfunding di "The Forest Seasons", il nuovo album dei Wintersun, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il fondatore e mastermind Jari Mäenpää su argomenti come l'album, questa nuova forma di business e le sue principali fonti di ispirazione.
Articolo a cura di Icilio Bellanima - Pubblicata in data: 15/04/17
---SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION---
 

Ciao Jari, bentornato su SpazioRock.it. Per prima cosa, congratulazioni per il successo della vostra campagna di crowdfuding dedicata all'atteso "The Forest Seasons". Dopo sole 5 ore dall'inizio era già al 50% del completamento, per il 100% ha impiegato solamente due giorni, mentre il 1° aprile eravate al 285%. Vi aspettavate un simile risultato?

 

Hey! Grazie. Il nostro obiettivo era raggiungere almeno 8.000 supporter: nel 2014 furono in ben 8.500 a rispondere al nostro sondaggio su Facebook, nel quale chiedevamo proprio quanti erano i fan interessati ad un'eventuale campagna di crowdfunding, suggerita da molti di loro nel corso degli anni. Ci rendemmo però conto che convincere così tante persone ad acquistare un prodotto digitale da ben 50€ avrebbe richiesto un bel po' di lavoro, necessario per rendere il "pacchetto" di contenuti quanto più interessante e di valore per i fan. Credo che la nostra missione possa dirsi compiuta, il risultato parla da sé (ride, ndr.). Creare dei video promozionali divertenti ed altro ancora ha sicuramente contribuito al loro coinvolgimento. È stato rischioso, e non sono mancati i dubbi in più occasioni, ma abbiamo fatto il possibile per migliorare le cose per noi e per i fan dei Wintersun! E siamo davvero grati del fatto che così tante persone abbiano deciso di supportarci!

 

Credi che il crowdfunding, e la libertà che esso porta con sé, possa essere il futuro per questo genere?

 

Beh, è una gran cosa il fatto che il crowdfunding offra un contatto molto più diretto con i fan, senza troppi intermediari. Ovviamente ci sono le percentuali che spettano alla piattaforma, le tasse, le commissioni delle carte di credito, ecc. Ma in questo modo l'artista può incassare più denaro e crescere con molta più velocità, se ha un buon prodotto da vendere, ovviamente, mentre i fan possono godere di un'esperienza molto più intima e ottenere in cambio per i loro soldi qualcosa di maggior valore. Inoltre, in questo modo aiutano i propri artisti preferiti a crescere. Insomma, è una nuova forma di business che ci piace, e che porta con sé molta più libertà.

 

È stato difficile ottenere i diritti per rimasterizzare i primi due album? È stata una scelta dettata dalle richieste dei fan o dal vostro desiderio di cambiare qualcosa?

 

Beh, non sono mai rimasto soddisfatto dei miei lavori precedenti, a causa dei numerosi compromessi dovuti alla mancanza di risorse. Ma per la prima volta in vita mia sono felice e soddisfatto al 100% di almeno un album: "The Forest Seasons"! Perché questa volta le risorse a mia disposizione sono state all'altezza dello stile e della produzione dell'album. Ho sempre prodotto musica tutto da solo sin da quando ero un ragazzo, quindi volevo imparare tutti i passi necessari alla realizzazione di un album, come la registrazione, il mixing e la masterizzazione, e questa volta persino il lato grafico. Ho realizzato il booklet di "The Forest Seasons" tutto da solo (tranne la copertina, ma ho dato una mano anche lì). È stata una bella sfida. All'inizio non ne sapevo davvero nulla di fotografia, Photoshop, video, Final Cut, ecc. È stata dura imparare a fare tutto questo, e allo stesso tempo comporre e registrare l'album. In futuro però vorrei affidarlo a qualcun altro tutto quel lavoro, potendo così dedicarmi totalmente al lato puramente musicale. Nel corso degli anni, in particolare durante i lavori di "Time I", mi sono impegnato a fondo nel mixing e nel processo di masterizzazione, perché volevo che la mia musica rispecchiasse pienamente la mia visione. Quando ci ha provato qualcun altro, non è mai andata bene. Ho inoltre ritrovato i mix dell'album di debutto, e ho imparato a lavorare a quei file: non senza una certa sorpresa, sono riuscito a migliorarne il suono, grazie a dei plugin moderni. La differenza è sottile (e la masterizzazione si occupa proprio di dettagli minori), a meno che, ovviamente, il mix originale non sia di buona qualità. Non riesco più ad ascoltare quelle vecchie versioni. Il remaster 2.0 contiene inoltre una intro di "Winter Madness" mai pubblicata finora. Ora l'album è finalmente completo. Anche "Time I 1.5 Remaster" si sente molto meglio, anche se non rispetta ancora pienamente la "vera visione".

 

Su Facebook, tra aggiornamenti sulla campagna e "problemi" con Nuclear Blast, hai pubblicato il testo di una strofa tratta dal nuovo album, nello specifico, dal brano incentrato sull'estate, la stagione più allegra e gioiosa. Dalle tue parole, però, l'estate sembra essere intrisa di tristezza. Su quali sensazioni verterà l'album? Il primo riff che hai pubblicato pare davvero cupo, mi ha ricordato le atmosfere dei Dissection.

 

Sì, quella parte in pulito tratta da "Eternal Darkness (Autumn)" ha un feeling simile a quello dei Dissection, ma è solo un frammento. I Dissection sono uno dei miei gruppi preferiti di sempre, e mi hanno influenzato molto, ma una volta che ascolterai l'album completo, noterai che non ricorderà assolutamente i Dissection, tranne quella piccola parte. L'album ricorderà solo i Wintersun! Ma un nuovo tipo di Wintersun! "The Forest That Weeps" parla della natura che è forte e ancora viva, che trae energia dalla "fonte, l'orchestratore della vita", il Sole, e lo celebra: il bridge rispecchia questa sensazione, è energico, quasi ballabile, forse (ride, ndr.)? Ma il vero sentimento al centro della canzone è che l'estate è ormai prossima alla conclusione, perché le estati finlandesi durano molto poco e non c'è tempo di godersi il calore del Sole, si torna velocemente all'oscurità dell'autunno.

 

wintersunsnowphoto.  

A proposito dei testi, quali sono le tue fonti di ispirazione, dal punto di vista lirico e musicale? Mi riferisco non solo ad autori o band, ma anche a luoghi e momenti.

 

Beh, la vita in generale, e anche la mia vita personale. Mi piace riflettere su cose che non riesco a comprendere, come il tempo, lo spazio, la vita, la morte. Cerco di trarre un senso, e in certi casi entro in modalità "fiction" e creo i miei mondi. Mi piace trasformare cose di tutti i giorni in qualcosa di magico, che è molto semplice da fare se hai un minimo di immaginazione, dato che la vita non è così noiosa e scontata. È fottutamente folle, in realtà! È tutta una questione di punti di vista e di come vedi la vita. Credo che senza l'immaginazione, senza la volontà di esplorare la tua mente e senza interessarti a cosa gli altri potrebbero pensare non puoi essere una persona creativa.

 

Quanto è difficile proporre dal vivo materiale complesso e tecnico come quello dei Wintersun? Quanto tempo dedicate alle prove e alla preparazione prima di partire per un tour?

 

È abbastanza dura. Ecco perché ho deciso di abbandonare completamente la chitarra, dal vivo, e dedicarmi al 100% al canto, che è già difficile di suo, con tutti gli stili vocali, lo screaming più aggressivo ed altro presenti nella nostra musica. Solitamente proviamo per conto nostro fino a che non siamo soddisfatti, per poi fare le prove con l'intera band per due o tre weekend prima di partire per il tour. Dipende anche da quanto tempo libero abbiamo tra una data e l'altra. Non ho molti problemi con il lato tecnico/musicale, la parte più dura è il lato fisico di ogni show, e ovviamente anche il viaggio. Per me rappresenta anche un grande sforzo mentale, perché sono il frontman e sono molto introverso. Gran parte del mio lavoro consiste nel comporre musica davanti ad un computer e fare altre cose come rispondere a queste domande (ride, ndr.), ma è qualcosa che ti distrugge dal punto di vista fisico. Faccio il possibile per restare in forma, come andare in palestra o a correre, ma sì, indubbiamente è la parte "fisica" quella più dura.

 

A luglio tornerete finalmente in tour in Italia: cosa vi piace degli show nel nostro paese?

 

È un bel po' che non passiamo in Italia, ma ricordo che il pubblico è sempre stato fenomenale, e che fa caldo. Non vediamo l'ora di tornare quest'anno!

 

Avete esteso la prenotazione del "Forest Package" a tutto il mese di aprile. A maggio, sarà possibile prenotarlo unicamente tramite Nuclear Blast. Avete in mente di pubblicare anche su CD e vinile il materiale "extra" del package per quei fan che preferiscono i supporti fisici?

 

Sì, Nuclear Blast aprirà le prenotazioni a partire da maggio per le versioni fisiche dell'album, in CD e in vinile. Non pubblicheranno però il materiale extra, tranne la versione acustica di "Loneliness (Winter)" come bonus track e forse il live album.

 

La Nuclear Blast è stata coinvolta in qualche modo nella campagna? Come si evince dal nome della piattaforma, IndieGoGo serve ad essere il più indipendenti possibile. La campagna va vista principalmente come una raccolta pensata per rendere completamente indipendenti i Wintersun in futuro?

 

La Nuclear Blast non è stata coinvolta in alcun modo. Siamo noi a vendere la nostra musica in formato digitale e direttamente ai nostri fan attraverso la piattaforma IndieGoGo. L'unico accordo a riguardo è che non possiamo pubblicare il nostro Forest Package prima del lancio dei prodotti fisici da parte di Nuclear Blast, il che significa che verrà tutto pubblicato lo stesso giorno. Il futuro è ancora sconosciuto, può succedere di tutto.

 

Chiudiamo con un momento in stile "Sliding Doors": come sarebbe stata la tua vita se fossi rimasto negli Ensiferum? La campagna ha mostrato al mondo (e agli hater in particolare) che i Wintersun sono vivi e vegeti, e soprattutto che sono amati dai fan. Ti sei mai pentito delle tue scelte?

 

Sì, a volte mi sono pentito di alcune scelte, ma è difficile dire se sono proprio quelle scelte ad avermi portato dove sono ora. Di certo si impara dagli errori e dai fallimenti. Fossi rimasto con gli Ensiferum, sarei potuto finire altrove, forse no. Restare con loro sarebbe stata la scelta più semplice, ovviamente, e probabilmente avrei fatto molti più soldi sin dall'inizio, ma senza poter comporre la mia musica, di sicuro non sarei stato così felice. Devi seguire il tuo istinto!

 

Grazie per il tempo che ci hai dedicato. Vuoi dire qualcosa ai fan italiani e ai lettori di SpazioRock?

 

Grazie dell'intervista e grazie ai nostri fan italiani e agli amici che hanno continuato a supportarci nei bei momenti e in quelli più duri!

 

---ENGLISH VERSION--- 

 

Hi Jari and welcome back to SpazioRock.it. First of all, Let's start by congratulating for the successful outcome of the crowdfunding campaign for your latest and long awaited album: "The Forest Seasons". The campaign achieved half of the intended amount right after 5 hours and in 2 days it reached the 100%. On the first of April you got to the 285%. Were you expecting such a result?
 
Hey! Thank you. We were certainly aiming for around at least 8,000 supporters, because we did a Facebook survey in 2014 to understand how many would support us if we did a crowdfunding campaign, which by the way was suggested to us by the fans for many years. Over 8,500 fans raised their thumbs in the survey! Of course we realized that getting that many people to buy a digital product of 50€ would take hell of a lot of work to make the "Package" content great, interesting and really valuable for the fans, but I think we succeeded in doing so, the results speak for themselves. Making entertaining promotional videos etc. certainly also helped to "activate" people. It was very risky and certainly doubts were in the back of the mind from time to time, but we had to try to make things better for us and the Wintersun fans! And we are really grateful that so many decided to support us!
 
Do you think crowdfunding, and the freedom it can bring to artists, could be the future for this  genre?
 
Well, what is great about crowdfunding is that the artist is more directly in contact with the fans without too much middle men. Of course there is still the platform fees, credit card fees and taxes etc. But this way the artist is able to possibly make more income and grow faster, if he has a good product to sell of course and the fans get a more personal experience and more value for their money and at the same time they are helping their favorite artists to grow. So it's a very nice new form of business with more freedom.
 
jariwintersuninterview2017
 
Was it hard to obtain the rights to remaster the first albums included in the "Forest Package"? Did you take this initiative to please those fans who were asking for such a product or did you want to change something in particular from your previous works?
 
Well, I've never been pleased with any of my previous works, because of all the compromises I had to make due to the lack of resources. But for the first time in my life I am 100% happy with at least one album - "The Forest Seasons"! Because this time my resources met with the style and sound of the album production. I've also always produced music all by myself ever since I was a kid, so I've been wanting to learn all the steps of making albums, you know recording, mixing and mastering and now even the album artwork. I made the album booklet for "The Forest Seasons" album all by myself (except the cover, but I had hand in that too). It was a very nice challenge. At the beginning I knew absolutely zero about photography, Photoshop, video, Final Cut etc. So it was lots of work to learn all these things and at the same time while I was writing and recording the album. Although in the future I want to outsource that work, since I want to focus and spend my time completely for the music. So over the years and especially during the making of "Time I" I got seriously involved in mixing and mastering, because I want my music to sound exactly like my vision. It has never worked when someone else was in charge of it. I also found the debut album mixes and started learning mastering on those files and to my surprise I could make it sound better than the original master with all the great modern plugins. Although the difference is subtle and that's what mastering is all about, subtle changes, unless of course the mix isn't good. I can't listen to the old version anymore. The new Wintersun 2.0 remaster has the never before released "Winter Madness Intro" as well. So now that album is finally complete. Also the "Time I 1.5 Remaster" sounds much better, although it still isn't the final "true vision".
 
On Facebook, amongst many updates about the crowdfunding and your "troubles" with Nuclear Blast, you posted some verses taken from the upcoming release, specifically some lyrics from the song "Summer", which is universally known as the happiest season. However, your words seems to be soaked in sadness. What feelings will the album evoke? The first riff you released it was so dark and gloomy that reminded me of Dissection.
 
Yes, that one clean guitar part from "Eternal Darkness (Autumn)" has a little Dissection feel, but it's just a very short part on the whole album. Dissection is one of my old all time fav bands and has influenced me a lot, but when you hear the new album as a whole, you will find that it doesn't sound like Dissection at all, it's just that one little part. The album sounds like Wintersun! But a new and different kind of Wintersun! "The Forest That Weeps" is about the nature being strong and alive, getting energy from the "the source, the orchestrator of life", the sun and celebrating it, the bridge part is pretty celebratory and energetic, almost danceable maybe? (laugh, Ed.) But the deeper feeling behind the song is that the summer is ending soon, because Finnish summers are very short and there's not enough time to enjoy the warmth of the sun and it's quickly back to the darkness of autumn.
 
Speaking of inspiration and lyrics, what are your main sources of inspiration, for both your music and your lyrics? I mean not only authors or other bands, but places and moments too.
 
Well, life in general and my personal life too hidden in metaphors. I like to ponder about things which I don't understand like time, space, life and death etc. and make some sort sense of it all and sometimes even write in a  kind of "fiction mode" and create my own worlds. I like to make mundane everyday things magical, which is kinda easy to do if you have a little bit of imagination, since life is far from mundane. It's fucking insane actually! It's kinda just your own personal point of view and how you see life. Without imagination, without willing to explore your mind and without caring about what other people might think is the only way to be a creative person, I think.
 
How hard is it to play live complex and technical songs like Wintersun's ones? How long do you rehearse and prepare for a tour?
 
Well it is quite challenging indeed. That's why I made the decision to drop the live guitar and just focus 100% on singing live, which is pretty hard by itself with all the various vocal styles and aggressive screams etc. we have in our music. We usually rehearse by ourselves to the point where we are individually happy and then we rehearse two or three weekends with the whole band before we start touring. It depends also on how long of a break we've had between the shows. For me the technical part is not the hardest part, but the physical part of the shows and of course the travelling. It's also very demanding for me mentally, ‘cause I'm the frontman and I'm a very introvert person. Most of my work is just sitting in front of the computer making music and everything else like this interview! (laugh, Ed.) Which destroys your health. I try to of course stay healthy, go for runs and to the gym, but yeah the physical, that's the hardest part.
 
You are going to play in Italy once again in July. What do you prefer of your shows in our country?
 
Well it's been a while since we've been to Italy, but I remember people have always been great and the weather has been warm. So can't wait to come back this year!
 
You just extended the pre-order of the "Forest Package" for the whole month of April. Then, in May, the pre-order of the new album only will start via Nuclear Blast. Do you plan to release a CDs or vinyl version of the additional material included in the "Forest Package" for fans who prefer physical products?
 
Yes, Nuclear Blast will start their pre-order in May for the physical products, CD and vinyl. They won't be releasing the extra material, except the "Loneliness (Winter)" acoustic version as a bonus track and maybe the Tuska Live.
 
In what measure is Nuclear Blast involved in this campaign? I mean, IndieGoGo means that a project should be totally independent. Does this campaign need to be seen as a way for Wintersun to become completely independent in the future?
 
Nuclear Blast is not involved in the crowdfunding campaign in any way. This is strictly us selling our music digitally and directly to our fans using the Indiegogo platform. The only thing that was agreed is that we cannot release our "Forest Package" before Nuclear Blast releases the physical products, so we'll be releasing everything on the same day. The future is still unknown, anything can happen.
 
Let's close our interview with a "Sliding Doors" moment: how do you think your life would have been if you stayed in Ensiferum? The campaign showed to the world (and haters in particular) that Wintersun are still alive and kicking and, most of all, loved by their fans. Nevertheless, did you ever regret anything in your career?
 
I mean, yes sure I sometimes regret about some things, but you can never be sure if those regrets were actually good things that got me to this point. You learn from mistakes and failures. Maybe I could be further if I had stayed with Ensiferum, maybe not. Staying with Ensiferum would have been the easy choise of course and probably I would have made more money from early on, but I would have not definitely been as happy, if I couldn't have made my own music. You gotta follow your gut!
 
Thank you so much for your time. Would you like to say something to your Italian fans and to SpazioRock readers?
 
Thank you for the interview and thanks to our Italian fans and friends who have continued to support us through the hard times to good times!



LiveReport
Hellfest 2017 - Clisson, Francia 16/06/17

LiveReport
Eddie Vedder - European Tour 2017 - Firenze Rocks - Firenze 24/06/17

LiveReport
Aerosmith - "Aero-Vederci Baby!" Tour - Firenze Rocks - Firenze 23/06/17

Speciale
Rhapsody Reunion (Luca Turilli)

Speciale
L'immaginazione attraverso lo specchio: l'era moderna dei Blind Guardian

Intervista
Kasabian: Sergio Pizzorno