Primal Fear (Ralf Scheepers)
Dopo aver prestato la propria voce ai primi dischi dei Gamma Ray, Ralf Scheepers ha formato i Primal Fear ed ha ottenuto grande successo con la band nel corso degli anni. La pubblicazione del nuovo "Live In The USA" ci ha dato la possibilità di fare qualche domanda al leader del gruppo tedesco: buona lettura!
Articolo a cura di Daniele Carlucci - Pubblicata in data: 08/06/10

Ciao e benvenuto su SpazioRock. Ci puoi parlare, innanzi tutto, della nuova pubblicazione di CD e DVD? Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di vedere il DVD, che ho letto essere pieno di materiali extra.

Ciao, piacere di conoscerti! Beh, il DVD dura all'incirca 3 ore e contiene un intero concerto dell'ultimo tour Europeo, più filmati di un concerto ad Atlanta, Stati Uniti. Abbiamo una sezione bootleg con scene interessanti e divertenti girate in Giappone, Russia, Brasile, Argentina, Colombia, Messico, Canada, U.S.A. ed Europa. Tutti i video-clip più recenti e il "making of 16.6 & studio report". Un sacco di cose carine ed uno sguardo all'interno del mondo dei Primal Fear.

Ti dispiace parlare del vostro ultimo tour, durante il quale avete registrato il DVD? E' stato movimentato come tour?

Il tour è stato un enorme passo in avanti per i Primal Fear e abbiamo ottenuto dappertutto risultati grandiosi e reazioni fantastiche. Ci sono ancora Paesi in cui dobbiamo lavorare sodo, come dopo un tour più breve negli Stati Uniti, la richiesta del pubblico è stata così travolgente che suoniamo altre 4 settimane a partire da metà maggio.

Voi avete trattato temi delicati ed importanti nei testi delle vostre canzoni nel corso degli anni. Vi sentite particolarmente vicini a quelle canzoni che trattano temi importanti?

Noi siamo persone molto tolleranti. Ognuno dovrebbe decidere da solo per quanto riguarda gli argomenti che vuole scrivere e cantare. Noi abbiamo la nostra visione personalissima delle cose e continueremo a portarla avanti!


primalfear_scheepersint_break1
 

All'inizio, per te, è stato un peso essere un ex membro dei Gamma Ray, oppure è stato utile a mettere in piedi il progetto Primal Fear?

E' sempre uno strumento di grande promozione per una nuova band avere al suo interno musicisti conosciuti e rispettati. Questo rende l'inizio più semplice, perché c'è molto interesse da parte dai fan delle precedenti band.


Quanto sono stati influenzati i Primal Fear dalla tua esperienza nei Gamma Ray? Intendo, quanto è stata importante la tua esperienza nel forgiare il vostro stile e nel comporre le vostre canzoni?


Non c'è assolutamente alcuna influenza dei Gamma Ray nel nostro songwriting, anche se loro sono degli amici e delle persone eccezionali.

Mi potresti parlare della vostra collaborazione con Pamela Moore?

Pamela è una buona amica e una grande cantante: è sempre fantastico averla con noi!

Cosa rappresenta realmente l'uccello simbolo dei Primal Fear? Penso che debba avere un particolare significato per voi.

E' un aquila ed è chiamata Chainbreaker dai nostri fan. E' la nostra mascotte e sarà sempre parte dell'immagine dei Primal Fear!

Preferisci suonare nei festival, davanti a migliaia di persone, oppure nei club, dove si sente di più il calore dei fan?

Non importa, purché il pubblico sia con noi, rumoroso ed entusiasta!

primalfear_scheepersint_break2Voi siete una band che ha ottenuto successo in Europa, Stati Uniti e Giappone. Quali sono le differenze principali nel suonare in Paesi con un pubblico così diverso?

Non ci sono grandi differenze: è grandioso avere ovunque una schiera di fan, che sono davvero contenti ed impazienti per uno show dei Primal Fear. L'anno scorso il pubblico più rumoroso è stato a New York: nessuno si sarebbe aspettato questo, no?

Avete appena annunciato che suonerete a Bari e Roma a settembre. Cosa pensate dell'Italia? I fan italiani sono sempre particolarmente fedeli all'heavy metal e al power metal.

E' fantastico tornare in Italia: Roma è una dei miei posti preferiti al mondo e settembre è un mese meraviglioso. Non possiamo rimanere molto, perché gli show saranno parte di un tour europeo!

Ok, è tutto. Grazie per il la tua disponibilità. Ora puoi lasciare un messaggio ai tuoi fan ed ai lettori di SpazioRock. Grazie!

E' grandioso rivederci a settembre: a presto e date un occhiata al nuovo DVD e al nuovo CD, così potrete cantare tutte le canzoni insieme a noi! Grazie!




LiveReport
Helloween - Pumpkins United World Tour - Milano 18/11/17

Speciale
"Awakening Beyond": come incontrarsi in un campo di pura potenzialitą

Speciale
ESCLUSIVA: guarda il nuovo video dei The Clan feat. Punkreas

Intervista
Marlene Kuntz: Cristiano Godano

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta in streaming "War Is Over"

Speciale
Firenze Rocks 2018